Rejoignez Hero et inscrivez vous en liste d’attente ici
Rejoignez Hero et inscrivez vous en liste d’attente ici
Image
Produits
arrowUp
Produits
backIcon
Blog

Tutto quello che c'è da sapere sul factoring: definizione, vantaggi, funzionamento

Tutto quello che c'è da sapere sul factoring: definizione, vantaggi, funzionamento

Temps de lecture : 4 minutes

Siete alla ricerca di un modo per finanziare la vostra attività e state considerando il factoring? Si tratta di un metodo di finanziamento che consente alle aziende di smaltire i propri crediti clienti senza attendere le scadenze.

Che cos'è il factoring?

Il factoring è una soluzione di finanziamento che consente a un'impresa di ottenere il pagamento anticipato dei propri crediti clienti rispetto alla loro scadenza.

Il factoring è anche definito come "la cessione dei crediti clienti di un'impresa a un'organizzazione finanziaria che, in cambio di una remunerazione, si incarica di riscuoterli assumendosi i rischi di un mancato pagamento".

Si tratta di un contratto stipulato con un'organizzazione finanziaria specializzata, nota come factor.

In pratica, l'azienda trasferisce le proprie fatture al factor, che è poi responsabile della gestione dei crediti dell'azienda. In particolare, il factor è responsabile delle operazioni di sollecito e di incasso.

In generale, il factor offre 3 tipi di servizi:

  • Finanziamento delle fatture cedute, che consente alle aziende di ottimizzare il loro fabbisogno di capitale circolante.

  • Gestione degli incassi.

  • Garanzia contro i mancati pagamenti. Noto anche come assicurazione del credito, questo servizio consiste nell'intervento in caso di mancato pagamento da parte del cliente di un'azienda.

Va notato che il factoring è possibile solo per la fatturazione B2B. Non può essere utilizzato per finanziare fatture emesse a privati. Inoltre, le fatture in questione devono essere certe, liquide ed esigibili.

Inoltre, il factoring non è possibile per alcuni tipi di fatture, tra cui in particolare quelle relative a servizi di manutenzione o a richieste di acconti.

Il factoring si differenzia da un prestito in quanto l'impresa non deve rimborsare il factor. Il factor viene rimborsato direttamente dal cliente dell'azienda.

Come funziona il factoring?

Il meccanismo del factoring consiste di 4 fasi:

  • Il factor analizza la situazione finanziaria dell'impresa sulla base delle informazioni fornite da essa. In particolare, studia i crediti, il profilo dei clienti e la loro solvibilità, nonché le fatture in sospeso. Questa fase gli consente di valutare i rischi in cui potrebbe incorrere.

  • Se la situazione dell'azienda è favorevole, le due parti firmano un contratto di factoring. Esso stabilisce i termini e le condizioni del factoring:

    • Condizioni di remunerazione.

    • Libero accesso alla contabilità aziendale.

    • Termini e condizioni della garanzia di esecuzione.

    • Importo del fondo di garanzia.

    • Etc.

  • Una volta firmato il contratto, man mano che vengono emesse, tutte le fatture e le rispettive scadenze di pagamento vengono inviate al factor. Si noti che questi invii possono essere telematici.

  • Il factor anticipa l'importo di ciascuna fattura, deducendo i costi ed eventuali trattenute a garanzia.

  • Il factor incassa il pagamento dei crediti alla scadenza e avvia le necessarie operazioni di riscossione in caso di mancato pagamento.

A quale tipo di azienda si rivolge?

Un tempo il factoring era riservato alle grandi aziende. Negli ultimi anni, tuttavia, i factor hanno adattato sempre più la loro offerta alle micro imprese e PMI. Queste ultime sono generalmente alla ricerca di soluzioni semplici, veloci e flessibili.

Inoltre, il factoring si rivolge esclusivamente alle imprese B2B. In altre parole, è adatto solo alle imprese che fatturano ad altre imprese.

Inoltre, il factoring si rivolge a diversi profili aziendali:

  • Aziende in rapida crescita.

  • Micro imprese/PMI che vogliono finanziare i loro investimenti.

  • Aziende che concedono importanti termini di pagamento ai propri clienti;

  • Quelle che vogliono ottimizzare il loro DSO (Tempo medio di incasso).

  • Quelle che vogliono delegare la gestione dei propri crediti clienti senza voler beneficiare di anticipi di cassa.

  • Quelle che hanno una forte stagionalità.

Quando un'azienda può avere bisogno del factoring?

Il factoring è una soluzione di finanziamento che consente alle aziende di migliorare il loro flusso di cassa. In effetti, questo meccanismo implica che l'azienda non deve aspettare le scadenze per incassare i propri crediti commerciali.

Ecco le situazioni concrete nella vita di un'azienda in cui il ricorso al factoring può essere rilevante:

  • Nel caso di una necessità di cassa immediata.

  • Per finanziare investimenti.

  • Per subappaltare la gestione dei crediti commerciali.

  • Per diversificare le proprie fonti di finanziamento.

Come viene remunerato il factor?

Il factor viene remunerato attraverso due meccanismi:

  • Applica un tasso di interesse sull'importo delle fatture cedute per remunerare l'anticipo di cassa effettuato. Tale tasso si basa sull'Euribor a 3 mesi.

  • Inoltre, applica una commissione di factoring. Questa è destinata a remunerare i costi di gestione della clientela e i servizi di incasso dei crediti ceduti.

Possono essere aggiunte anche delle spese accessorie:

  • Costi amministrativi

  • Costo minimo per fattura

  • Spese di revisione contabile

  • Costi per contenziosi;

  • Costi di partecipazione a un fondo di garanzia destinato a coprire il rischio di mancato pagamento. Grazie a questo fondo di garanzia, il factor può garantire completamente il pagamento dei crediti. Il fondo viene restituito all’azienda che ha richiesto il factoring alla fine del contratto o in caso di risoluzione dello stesso.

I factor possono anche offrire alle micro imprese e alle PMI una commissione forfettaria basata su un numero predeterminato di fatture.

Quanto costa il factoring?

Considerata la modalità di remunerazione del factor, il costo del factoring comprende i seguenti elementi:

  • Il costo di gestione. Varia tra lo 0,1 e il 3% del capitale a seconda del livello di solvibilità del cliente, delle dimensioni dell'azienda e dell'ammontare dell’importo delle fatture assegnate al factor.

  • La commissione di finanziamento delle fatture. Viene stabilita in base a una percentuale applicata all'importo della fattura. Il valore della percentuale si basa sull'Euribor a 3 mesi, ossia tra lo 0,2% e il 3% a seconda del volume dei crediti ceduti.

  • L'importo del contributo al fondo di garanzia in caso di mancato pagamento. Tale importo è fissato in proporzione al debito residuo del cliente.

  • Eventuali spese amministrative. Queste non vengono applicate sistematicamente dai factor. L'importo può essere negoziato al momento della firma del contratto di factoring.

Quali sono i vantaggi del factoring?

Il factoring offre numerosi vantaggi alle aziende:

  • Beneficiare di uno strumento di finanziamento alternativo ai prestiti bancari. Il factoring offre un'opportunità concreta alle microimprese, PMI e alle start-up per finanziare il loro fabbisogno di capitale circolante, poiché un'azienda con poco capitale proprio può avere difficoltà a ottenere un prestito bancario. Soprattutto perché le banche limitano sempre più le soluzioni di finanziamento a breve termine. Il factoring è, quindi, un modo alternativo per finanziare il vostro flusso di cassa senza aspettare la scadenza dei vostri crediti commerciali.

  • Delegare la gestione dei crediti commerciali. Il factoring vi consente di subappaltare a terzi la gestione dei vostri crediti commerciali. La gestione dei rapporti con i clienti, dei pagamenti in sospeso, del recupero crediti e di eventuali controversie è un processo che richiede tempo e competenza. L'esternalizzazione di questi processi vi permette di concentrare gli sforzi del vostro team su attività a più alto valore aggiunto.

  • Conoscere meglio i vostri clienti. Affidando la gestione dei crediti commerciali a un'organizzazione specializzata, sarete in grado di reperire i vostri clienti in modo più efficace. In questo modo potrete ottimizzare i tempi di pagamento e anticipare eventuali controversie.

  • Proteggersi dal rischio di mancato pagamento. Pagare le commissioni e le spese di gestione è preferibile al dover sostenere spese legali di recupero crediti, ad esempio.

  • Migliorare il DSO o tempo medio di incasso. Questo vi permette di evitare spese bancarie e i costi degli scoperti bancari.

  • Evitare gli effetti negativi dei ritardi di pagamento.

 

Quali sono gli svantaggi?

Il factoring presenta anche alcuni svantaggi:

  • Il factor generalmente richiede un importo minimo di fatture.

  • L'importo dei crediti non viene recuperato interamente poiché il factor applica commissioni e garanzie. Per questo motivo, si tratta di una tecnica che dovrebbe essere usata solo con parsimonia.

  • Una selezione accurata delle imprese idonee al factoring. I factor sono generalmente molto selettivi nella selezione dei loro aderenti, visti i rischi che si assumono. Le aziende con un gran numero di subappaltatori sono generalmente escluse.

Come implementarlo?

Siete convinti che la vostra azienda sia idonea al factoring? Volete utilizzarlo? Ci sono ancora alcuni passi da compiere prima di poter portare avanti il vostro progetto:

  • Assicuratevi che il factoring sia il metodo di finanziamento ottimale per la vostra situazione. Visti i costi che comporta, è necessario prendere tempo per riflettere bene prima di ricorrere a questo metodo.

  • Verificate l'importo del finanziamento di cui potete beneficiare. Per scoprirlo, selezionate i clienti della vostra azienda e le fatture in sospeso. In generale, potete beneficiare di un tasso di finanziamento medio fino all'80%.

  • La scelta del factor. Come per la scelta della banca, dovete selezionare l'organizzazione che vi offre le migliori condizioni in termini di vantaggi e costi. In generale, potete scegliere la vostra banca abituale o un factor non bancario. Quest'ultima opzione può avere senso se volete diversificare le vostre fonti di finanziamento. Potete anche scegliere un factor specializzato nel vostro settore di attività e in grado di supportarvi nelle vostre attività di esportazione.

  • Tempo di avviamento. Questo tempo varia da 1 settimana a 1 mese, a seconda delle condizioni del contratto. È quindi importante tenerlo presente, soprattutto se si ha un bisogno di liquidità urgente.

Quali sono le alternative?

Oltre al factoring, le imprese hanno un'ampia scelta di metodi di finanziamento. Ma bisogna saper scegliere in base ai propri obiettivi, alle proprie esigenze e ai vantaggi e svantaggi di ciascuna opzione.

Scoperto bancario

Si tratta di una soluzione adatta a esigenze di cassa a breve termine e a tempo determinato. Il suo principale vantaggio è che non richiede procedure complesse. Consiste in una autorizzazione da parte della banca nel registrare un saldo negativo sul conto bancario dell'azienda.

Sconto

Questo metodo di finanziamento prevede che una banca effettui un anticipo di cassa a un'azienda in cambio di un effetto commerciale ceduto a essa. Come il factoring, questa tecnica consente all'impresa di incassare i propri crediti commerciali senza attendere le scadenze. La differenza principale tra questi due meccanismi, tuttavia, risiede nella gestione dei debiti non pagati. La banca si rivolge all'azienda per essere rimborsata in caso di mancato pagamento. Con il factoring, invece, è il factor stesso ad assumersi il rischio del mancato pagamento.

Hero, la soluzione di pagamento dedicata alle micro imprese e PMI

Hero è una soluzione di pagamento equivalente al factoring. Infatti, offriamo pagamento frazionato e pagamento differito. In altre parole, potete offrire ai vostri clienti la possibilità di pagare più tardi o in tre o quattro rate, ma la piattaforma anticiperà immediatamente il pagamento delle vostre fatture.

In conclusione, il factoring è una tecnica interessante per le imprese perché aiuta a preservare il flusso di cassa, ma le società di factoring sono molto selettive nella scelta dei loro aderenti. Per beneficiare di un sistema di factoring più flessibile e adatto alle micro imprese/PMI, rivolgetevi a Hero.

Altri articoli sullo stesso argomento:

Che cos'è lo spot factoring (definizione, vantaggi, come funziona)?

Finanziate le fatture del vostro organismo di formazione con Hero

Finanziate facilmente le vostre fatture online con Hero (alternativa al factoring online)

Che cos’è il factoring online  o digital factoring?

(oltre a molti altri articoli interessanti qui)

Écrit par

Valentin Orru

Head of growth

17/06/2024